MANOSCRITTI

"PERDONAMI LAURA" (pagg. 153)
E' stato il primo libro scritto, nel 1969. Un semplice romanzo d'amore che tra l'altro, inconsapevolmente, porta il titolo col nome di mia figlia, nata quattordici anni dopo.

UNA STORIA D’ALTRI TEMPI (pagg. 179, pubblicato dalla casa editrice Montedit di Melegnano MI nel 2014)
E’ la storia romanzata delle famiglie dei miei genitori, a partire da inizio ‘900 fino ai giorni nostri.

"POESIE" (pagg. 126)
Libro diviso in due parti: nella prima sono poesie in stile leopardiano, nella seconda sono sempre in rima, ma ironiche, recitate per lo più in occasione delle feste in famiglia.

"RACCONTI MORALI E NO" (pagg. 182, pubblicato nel 2006 dalla casa editrice Montedit di Melegnano MI)
34 racconti in gran parte con un messaggio morale e quasi tutti basati sull'assurdo e sulla metafora.

"102 RACCONTI INEDITI" di vario genere

"IL GIUSTIZIERE" (pagg. 103) Primo premio al Concorso Internazionale Emily Dickinson di Napoli del 2003
Classica storia di uno che si ribella alla criminalità e fa giustizia da sé; con una maledizione, un alone di mistero e la storia d'amore.

"COMMEDIE" (pagg. 281)
In questo libro sono raccolte tutte le commedie scritte.

"IL FASCINO DEL BRENTA STORIA DI UN AMORE SOFFERTO" (pagg. 254, pubblicato nel 2005 dalla casa editrice Del Noce di Camposampiero PD)
Romanzo biografico che narra l'evoluzione della psicologia del protagonista, con varie esperienze su tutti i fronti, condensato di risvolti filosofici e drammatici.

"MIO FRATELLO GIULIANO" (pagg. 131, pubblicato nel 2012 dalla casa editrice Montedit di Melegnano MI)
Giallo psicologico ambientato a Pozzonovo.

"I FIGLI DI SALVINO" (pagg. 175, pubblicato nel 2008 dalla casa editrice Enrico Folci Editore di Roma)
Padre di famiglia che vede morire tre dei suoi figli in modo tragico, così come il fratello e la moglie. Una storia drammatica ma anche di miseria e bontà.

"LA SERENITA' RITROVATA" (La conquista della serenità) Segnalato al concorso letterario Jacques Prevert 2010 a Melegnano MI. Romanzo in cui due filosofi disquisiscono sul raggiungimento di una vita tranquilla, dove solo quella vissuta nel modo più semplice ne onorerà la vera essenza.

"VIAGGIO NELL'INFANZIA A CAMPOLONGO MAGGIORE" (pagg. 145, pubblicato nel 2011 dalla casa editrice Montedit di Melegnano MI)
Libro di ricordi.

"IL RAGAZZO E LA SUA MACCHINA DEL FREDDO" (pagg. 246) Pubblicato nel 2015 da PANDA Edizioni di Tralli Andrea di Castelfranco Veneto (TV)

"ASPETTANDO L'EGITTO" (pagg. 475) Pubblicato nel 2016 da PANDA Edizioni di Tralli Andrea di Castelfranco Veneto (TV)

"COSÌ VUOLE IL CIELO" (pagg. 205)
Tutto concorre perchè Damiano debba sposare la sua vicina di casa. Ma il destino gli riserba un'altra ragazza. Sarà il Cielo a ristabilire la normalità con un incidente stradale.

"LA FEDE DI MIO ZIO SERGIO" (pagg. 83)
Un nipote cerca di intrattenere l'anziano zio, ex prete e laureato in filosofia, per farlo "vivere" dopo la morte della sua adorata moglie. Ci riuscirà fino ad un certo punto parlando di filosofia, di Dio e della morte.

"L'EPISTOLARIO DI SERGIO GOBBI, UN PRETE UN UOMO" (pagg. 205)
Si tratta di 318 lettere tra scritte e ricevute, e 26 sue poesie.

Libretti per ragazzi

"LEANDRO IL RAGAZZO DEL BOSCO"
Il mago di un circo indice un concorso fra tre ragazzi esperti nella loro disciplina. Vinceranno tutti e tre, ma il premio andrà a chi ha saputo sfruttare meglio le sue doti. Il premio magico consisterà in una paradossale condensazione di una immensa produzione di libri.

"MARCELLO E LA SUA AVVENTURA"
Marcello deve portare a scuola una storiella letta su qualche libro. Ma si addormenta sul banco, e sogna una fantastica avventura. Sarà quella che lui crederà di avere letto.

"IL FILO D'ERBA - A PROPOSITO DI CALCIO"
Il "Filo d'erba" è una commedia ambientalista per bambini. "A proposito di calcio" è una serie ininterrotta di gag e doppi sensi, sempre per bambini.

"IL VIANDANTE"
Racconto filosofico in cui due persone abitano sotto lo stesso tetto. Scopriranno di essere una l'opposto dell'altra. Dovranno necessariamente convivere; ma quella buona trova la scappatoia per rimanere sola.

Gialli

"IL FANTASMA DEL MACELLAIO"
Un macellaio dichiara che si suiciderà. Infatti lo troveranno con un coltello piantato sul petto. Ci saranno una serie di omicidi commessi con un coltello da macellaio, e con le sue impronte. I due agenti alla fine riusciranno a districare la matassa.

"IL SECONDO BICCHIERE"
Un inquilino viene trovato ucciso. Tutte le porte sono chiuse dall'interno. E' suicidio. Ma i nostri due agenti non ci credono e scopriranno il colpevole.

"CINQUE CADAVERI E UNA PISTOLA"
Alla centrale della Polizia arriva una telefonata in cui si sostiene che un poliziotto sta uccidendo tutti quelli che si trovano in casa. Arriveranno i colleghi e in effetti trovano il poliziotto con la pistola in pugno e cinque cadaveri per terra. Lui nega di averli uccisi.

 

"PAMPHLET"
Uno scritto polemico in cui si evidenzia l'ipocrisia e l'inadeguatezza delle istituzioni.

 

Home Page